Avviso 3.3.2 – Supporto allo sviluppo di prodotti e servizi delle filiere culturali, turistiche, sportive, creative e dello spettacolo, e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici

Il bando intende favorire la crescita e sostenere le imprese operanti nell’ambito delle attività culturali, dello spettacolo e delle arti visive in genere, del cinema, della musica, dell’editoria, della moda, del design e delle attività di intrattenimento culturale che rivestono in Campania un fondamentale ruolo socio-economico e rappresentano un importante fattore di attrazione territoriale; intende incoraggiare l’orientamento all’innovazione e all’innalzamento qualitativo dei prodotti e dei servizi culturali, al fine di rendere il sistema produttivo regionale; intende sostenere lo sviluppo delle industrie culturali e creative come il turismo e la manifattura di qualità e intende incentivare l’approccio intersettoriale per favorire il connubio fra i settori tradizionali e l’alta tecnologia, fra industrie manifatturiere e industrie creative, culturali e turistiche.  Sono previsti due ambiti:

  • Ambito 1 “Sistema produttivo della Cultura”;
  • Ambito 2 “Nuovi prodotti e servizi per il turismo culturale”.

Per l’Ambito 1 – Micro e PMI, anche in forma consortile e Reti Soggetto costituite da almeno 24 mesi, liberi professionisti con partita iva, le persone fisiche e gli enti del terzo settore.
In particolare, si specifica che le MPMI che possono accedere agli aiuti sono quelle che appartengono ai seguenti settori di attività:

Rappresentazioni artistiche (codice Ateco: 90.01, 90.02)

Gestione di strutture artistiche e sale cinematografiche (codice Ateco: 90.04, 59.14)

Biblioteche, archivi e attività di musei (codice Ateco: 91.01, 91.02)

Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili; attività di orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali (codice Ateco: 91.03, 91.04);

ovvero alla seguente classificazione ICNPO (International Classificatio of Nonprofit Organizzation):

Settore 01 Cultura, Sport e ricreazione 1 – Attività culturali e artistiche;

Settore 01 Cultura, Sport e ricreazione 3 – Attività ricreative e di socializzazione.

Per l’Ambito 2 – Micro e PMI, anche in forma consortile e Reti Soggetto costituite da almeno 24 mesi, liberi professionisti con partita iva, le persone fisiche.

In particolare, si specifica che le MPMI devono operare nel settore delle industrie culturali:

fotografia, stampa;

nel settore delle industrie creative: editoria, grafica, studi di registrazione, radio e televisione, studi di registrazioni sonore, computer games (a tematica culturale), comunicazione;

le imprese che operano nei settori complementari: servizi per la pubblicità, software e sviluppo, ICT;

architettura e servizi diversi per il patrimonio culturale, design, il made in Italy, la moda ed i settori in cui trovano espressione le attività collegate alle tradizioni ed alla culturale locale;

nel settore dei servizi turistici: mobilità turistica, ricettività, ristorazione.

Le spese ammesse sono:

  • Opere murarie, sistemazioni esterne ed impiantistiche
  • Macchinari, impianti ed attrezzature
  • Programmi informatici
  • Brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi, per la parte in cui sono utilizzati per l’attività dal programma;
  • Consulenze specialistiche in tema di ICT, marketing e innovazione
  • Servizi di ricerca, sviluppo e digitalizzazione.

Le agevolazioni per le spese relative all’Ambito 1, non potranno superare l’intensità massima dell’80% delle spese ammesse con importo minimo di 50.000,00 e importo massimo di Euro 200.000,00.

Le agevolazioni per le spese relative all’Ambito 2, non potranno superare l’intensità massima del 60% delle spese ammesse con importo minimo di 50.000,00 e importo massimo di Euro 80.000,00 per le imprese singole e Euro 200.000,00 per le Reti.

Le domande di agevolazione dovranno essere compilate on line, accedendo, previa registrazione, al sito http://sid2017.sviluppocampania.it, sottoscritte digitalmente e inviate mediante procedura telematica a partire dalle ore 10.00 del 19 settembre alle ore 14:00 del 29 settembre.

La Regione ha previsto una azione dedicata di accompagnamento tecnico, attraverso:

  • attività di informazione e animazione ai potenziali proponenti
  • sportelli di orientamento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.